Centovetrine puntata del 3 marzo 2011 (2317) – riassunto

centovetrine.gif

Ettore (Roberto Alpi) non sembra per nulla preoccupato dalle minacce proferite da Lavinia (Serena Iansiti) e le rinfaccia che se porterà quella registrazione alla polizia andrà incontro proprio a quel destino che sta cercando di evitare.

Ma la ragazza ora non ha più paura e non vuole che la madre soffra per causa sua perché le vuole bene. Dà al patrigno 24 ore di tempo per costituirsi, dopo di che consegnerà la sua confessione che ha già messo per iscritto.

Valerio (Sergio Troiano), dopo che Carol (Marianna De Micheli) ha firmato la dichiarazione che la incrimina, non crede alla deposizione della Grimani. I conti non gli tornano ed è certo che la donna stia coprendo il vero colpevole. Ogni tanto, per il commissario Bettini, una deduzione giusta.

Anche Adriano (Luca Capuano), al quale Valerio concede un breve colloquio con la sua amante, è sgomento della confessione di Carol. E Valerio, fissando il medico, si accorge dalla sua espressione che anche lui sa che la donna ha mentito. Carol scongiura Riva di mantenere il segreto: non sarà mai felice accanto a lui sapendo che la figlia è in carcere.

Dopo aver meditato a lungo e misurato la stanza andando avanti e indietro, Ettore prende una decisione. Telefona alla segretaria e le ordina di far preparare il suo aereo. Non sa ancora quale sarà la sua destinazione – le comunica – ma sicuramente all’estero.

La ginnastica da camera (o da letto) ha fatto bene a Ivan (Pietro Genuardi) perché è servita a far assorbire la distorsione che aveva al ginocchio. Ora può abbandonare le stampelle e girare con l’aiuto del solo bastone.

La sua “badante” perciò può fare le valigie e tornare da dove è venuta. Ma il suo paziente non è d’accordo, è dispiaciuto che lei se ne vada e, fissando Cecilia (Linda Collini) negli occhi, le chiede di andare a vivere con lui. L’abbraccio ed il focoso bacio che ne segue è una risposta esauriente.

Per non insospettire Viola (Barbara Clara), Damiano (Jgor Barbazza) deve fingere di non volere abbandonare Torino, ciò perché la figlia di Sebastian (Michele D’Anca) non è stupida e una sua decisione troppo affrettata la metterebbe all’erta. Confida però a Serena (Sara Zanier) che – quando legge tanto amore negli occhi della ragazza – gli verrebbe voglia di perdonarla, però non vuole rinnegare tutto quello in cui crede, e tutto il tempo perso ad indagare.

Ammette di nutrire una forte attrazione nei confronti di Viola, “però l’amore è un’altra cosa” mormora fissando Serena con rimpianto.

A Viola, Bauer fa intendere di essere di ritorno dal commissariato dove si era recato per conoscere il suo futuro, se cioè aveva qualche speranza di essere riammesso in Polizia. Considerato però che non gli hanno concesso una seconda possibilità, e che la sua carriera investigativa è finita, le annuncia che non ha più senso restare a Torino.

Adriano convoca Lavinia in quella che era stata la loro residenza da sposati, e subito le rinfaccia di essere una figlia indegna che non merita il sacrificio di Carol. Autocommiserandosi ammette che ora l’ha persa per sempre. Ma per la stilista non è troppo tardi e non permetterà che la madre resti in carcere al posto suo. Andrà dalla Polizia e confesserà tutto, ma Adriano la blocca.

Come ha giurato lui, ora anche Lavinia lo deve fare, e permettere alla madre di sacrificarsi per lei. “E’ questo che vuole” la informa Adriano. (Riassunto di Francis)
Vi ricordiamo che le anticipazioni e le news su Centovetrine sono in QUESTA PAGINA, mentre le trame settimanali sono disponibili QUI

Lascia un Commento