Centovetrine puntata del 21 marzo 2012 – riassunto

centovetrine.gif

L’accorato appello di Diana a Ivan si interrompe bruscamente: si è scaricata la batteria del cellulare della rapita. Ivan però è ancora scettico ed anche Ettore vuole capire cosa si nasconda dietro a questo strano rapimento.

L’unico a crederci, perchè sa in coscienza di non esserne responsabile, è proprio Jacopo che, infuriato nel constatare che né Ivan nè Ettore si stanno muovendo per salvare Diana, propone di essere lui stesso a pagare il riscatto. Per fare questo venderà le proprie azioni della holding.

Ferri e Castelli litigano ed Ettore scaccia il figlio di Matilda. Teme che la mossa di Jacopo sia solo una manovra per rientrare in possesso delle sue quote.

Testardamente Bettini è sempre più convinto che la Cancellieri li stia prendendo in giro. Ettore, più cauto, vorrebbe salvare la figlia da se stessa, liberarla da tutto l’odio che nutre nei suoi confronti, ma Ivan è certo che invece Diana non voglia cambiare.

In tutti i modi Ferri richiama il numero impresso dietro la fotografia, ma l’utente non è raggiungibile. Pertanto Ettore lascia un messaggio in segreteria nel quale afferma di essere disposto a pagare il riscatto quale rimborso per tutto il male che, lui ne è ben consapevole, le ha fatto in passato. Però ad una condizione: deve essere lei a venirlo a riscuotere.

Damiano comunica a Cecilia che si sta trasferendo in un residence. E’ opportuno che loro due non si frequentino, almeno fino a quando la situazione non sarà chiarita. E’ sua ferma intenzione riconquistare la moglie.

Però la prolungata omertà di Damiano e Cecilia hanno convinto Serena che la sorella ed il marito siano colpevoli. In particolare si sente tradita proprio dal loro silenzio.

Adriano, con alle calcagna Angela, annuncia alla dottoressa Luciani di averci ripensato e di voler tentare l’operazione a Ferdinando. Prima effettuerà tutti gli esami del caso e vorrebbe discuterne con Sabina, ma la signora Danesi non ha nessuna intenzione di lasciarli soli.

Sia il dott. Riva che la signora Danesi sanno, però, che le analisi confermeranno quello che già sanno, ma Adriano è disposto a tutto pur di salvare Carol. Persino di manipolarli?

Constatato che la madre è l’unica a credere alla sua innocenza, Jacopo le chiede il suo aiuto. E la implora di prelevare il denaro del riscatto dalle casse della Fondazione. (A cura di Francis)

Lascia un Commento