Un posto al sole puntata del 10 maggio 2012 – riassunto

Un posto al sole, riassunto puntate

Irremovibile, Franco caccia da casa Nunzio. È troppo infuriato per ascoltare le parole di Renato e Giulia che lo invitano a ripensarci, ad essere più ragionevole.

Sapendo di essere indiziato e per rassicurare lo zio Vitale, Alfonso si procura un falso alibi fra le ragazze della sua banda. Non esiste nessuna prova contro di lui. Non è preoccupato.

Renato recrimina e si sfoga con Raffaele. Se Giulia non avesse aperto quel maledetto centro di accoglienza!

Lo stesso pensiero ammorba anche la mente di Franco. A Giulia, che intercede a favore di Nunzio, Boschi urla tutta la sua rabbia. Angela è stata aggredita proprio davanti al centro di ascolto aperto proprio dalla madre.

Dopo la visita di Teresa, Greta si ritrova sola nel residence dove ora abita. Alcuni dolori al basso ventre la rendono ansiosa, ma Teresa, alla quale ha telefonato, le consiglia di avvisare Ferri. Roberto accorre subito e, dopo aver parlato con il medico che li ha rassicurati, decide di restare a vegliare sul sonno della moglie. Quando la Fournier si sveglia, Ferri sta per andarsene e proprio in quel momento Greta sente il bambino muoversi. Emozionati, i due futuri genitori lo accarezzano.

Andrea, dopo aver accompagnato Nunzio a casa di Katia, rientra alla Terrazza e raggiunge subito Arianna. Il comportamento di Franco non gli è piaciuto per niente. Anche Viola, sollecitata da Ornella, vorrebbe stare vicina all’amica, ma non vuole interferire sapendo che Arianna è tornata.

Nunzio, in realtà, ha fatto solo finta di rincasare, ma appena Andrea se ne è andato ha raggiunto il garage di Alfonso. Qui litiga con quello che credeva un amico. Vitale gli rinfaccia che lui sta solo vendicandosi della morte del padre, fatto uccidere dal boss Vintariello. (A cura di Francis)

Lascia un Commento