Centovetrine puntata del 17 maggio 2012 – riassunto

centovetrine.gif

A Laura non  basta solo il 50% di possibilità che Sebastian avrebbe se fosse operato, così suggerisce animatamente a Viola di portare l’uomo all’estero. Molto più realisticamente Viola sa che il padre è stato visitato dai migliori specialisti, e poi deve anche interpellare il fratello. Ma non riesce a mettersi in contatto con Jacopo. Anche Matilda non ha più notizie del figlio da quando hanno litigato e si chiede cosa stia ancora a fare a Torino quando, per i figli, lei è solo un fantoccio. Ettore la rassicura: per lui Jacopo è solo un arrogante e la invita a guardare in faccia alla realtà. Il figlio è un idiota e Ferri non accetta di essere messo in secondo piano, negli affetti della Herrera, da un soggetto simile. E poi Matilda ha anche una figlia, Viola, che ha bisogno di lei.  Ed infatti la ragazza supplica la madre di consigliarla: cosa farebbe lei se fosse al posto suo? Darebbe l’autorizzazione all’operazione del padre? Molto dolcemente Matilda le suggerisce di tentare il tutto per tutto, e se l’intervento resta l’ultima possibilità per salvare Sebastian, allora che lo autorizzi.

Ma Viola deve prendere anche un’altra decisione: Serena le ha chiesto la piantina della villa per salvare Brando, ed anche se il momento non è propizio, lei gliela consegna. Le due cugine possono così appurare che la villa ha una via di fuga verso l’esterno ed anche un garage sotterraneo che immette direttamente nell’abitazione. Purtroppo non esistono telecamere che riprendano quei luoghi, però ne esistono altre di sorveglianza che visioneranno insieme.

Diana si sottopone alla prima ecografia ma non ha avvisato Ivan. Ettore, che la incontra casualmente nella sala d’attesa dell’ospedale, decide di accompagnarla. Emozionati, padre e figlia osservano il rispettivo nipote e figlio. Ovviamente l’esame diagnostico è stato effettuato dalla dottoressa Luciani!

Carol ha deciso di non partire per Francoforte perché le parole di Angela l’hanno lasciata sgomenta. E se dicesse la verità? Un tarlo invisibile scava nella sua mente e inizia a dubitare che dietro alla morte di Adriano esista un mistero. Pertanto si reca in ospedale – praticamente il set di questa puntata – e interroga Rossella, l’infermiera che, secondo la testimonianza di Angela, avrebbe visto Adriano quella sera. La ragazza dapprima nega seccamente ma poi, impietosita nel vedere il dolore sul viso della Grimani, confessa di essere stata pagata per mentire. (A cura di Francis)

Lascia un Commento