Un posto al sole puntata del 14 giugno 2012 – riassunto

Un posto al sole, riassunto puntate

Gioca la nazionale e Raffaele è deluso più che mai: nessuno gli farà compagnia a tifare per l’Italia. A Patrizio il calcio non interessa più (il ragazzino è ormai tutto dedito alla danza), Filippo è impegnato… e gli altri condòmini pure. Solo, con la bandiera tricolore sulle spalle, Raffaele ricorda quando, da bambino, seguiva gli azzurri in compagnia del padre. Solo Diego, tramite un videomessaggio, lo incoraggia.

Prima di partire per Stromboli, Katia e Nunzio si recano da Vintariello per salutarlo. Il boss li mette in guardia. Il ferimento di Katia non è stato casuale, se avessero voluto l’avrebbero uccisa. Quello è stato solo un avvertimento. Nunzio è triste per la partenza e teme per le sorti del nonno.

Andrea sente Micaela che sta ragionando a voce alta e non gli ci vuole molto a capire che in realtà si tratta di Manuela. Presa in castagna, la gemella deve confessare la sua vera identità. Rimessasi poi i panni di Manuela, la Cirillo accetta l’invito di Niko di accompagnarlo al concerto. Ma non saranno soli: Manuela ha invitato anche un suo amico, un giovane palestrato…

Buone notizie per Angela, mentre la donna sta prendendo a pugni il pungi ball. Marika si è recata al centro di ascolto e poi alla polizia togliendo il suo alibi a Alfonso. Il quale sta, proprio in quel momento, lasciando l’ospedale in compagnia dello zio. Ma la porta viene spalancata e due poliziotti lo ammanettano. (A cura di Francis)

Un pensiero su “Un posto al sole puntata del 14 giugno 2012 – riassunto

Lascia un Commento