Centovetrine puntata del 13 settembre 2012 – riassunto

centovetrine.gif

Alla festa continua il feroce battibecco tra Carol e Maddalena: le due sono ormai nemiche per la pelle e la Grimani sembra l’unica ad aver capito – ebbene sì, neanche Ettore ci è arrivato – che la new entry non è lì per salvare la holding ma per chissà cosa! Per affossarla?

Mentre si consuma questo litigio tutto al femminile, Ivan dà di nuovo in escandescenze dopo aver visto insieme Jacopo e Diana. Il Bettini, completamente ubriaco, si accascia al suolo nei bagni del centro commerciale, ma viene aiutato da una persona del tutto inaspettata: Maddalena Sterling, che sembra avere una sorta di debito morale (“Almeno questa cosa gliela devo…”) con l’uomo d’affari. Dunque i due si conoscevano già in passato???

Mentre Diana informa Valerio di quanto sta accadendo al fratello, e mentre una fin troppo orgogliosa Margot non risponde alle telefonate di Laura, Cecilia non fa che incontrare Thomas dappertutto; l’uomo è presente anche alla festa e, con quella sua aria da “007 dei poveri”, scruta continuamente la giovane Castelli che a questo punto inizia ad avere dei sospetti sul restauratore e torna a parlare dell’argomento con Foti: quest’ultimo, che continua a scoprire strani dettagli nel passato del Venturi, consiglia a Cecilia di toglierselo dai piedi quanto prima.

Neanche a dirlo, la ragazza si trova Thomas davanti anche al suo ritorno a casa e non immagina neanche che il suo ospite stia evitando di farle vedere una maschera (la solita, di quelle delle rapinatrici) che si trovava sul divano. L’enigmatico personaggio fa anche un resoconto telefonico dell’accaduto ad un misterioso interlocutore: “No, non ha visto la maschera…”

Lascia un Commento